0
Shares
Pinterest WhatsApp

KROPPSPRESS.

No, non è una parolaccia.

E’ un termine norvegese e potremmo tradurlo in “pressione sull’aspetto esteriore”.

Tutti abbiamo avuto un idolo, una persona che abbiamo stimato per ciò che fa o per ciò che trasmette, e tutti abbiamo sognato di diventare come lui.

Ma se questo fosse impossibile?

Le immagini che gli influencer condividono sui social dove appaiono sempre perfetti  di fronte al proprio pubblico, in particolare quando il contenuto è promozionale, possono influenzare negativamente le persone, creando standard inarrivabili.
Sono parecchi gli utenti che percepiscono una sensazione di malessere e di inadeguatezza davanti a quelle foto.

Il Parlamento norvegese ha deciso di contrastare gli effetti che questi ideali di di bellezza irraggiungibili impongono con un provvedimento (che modifica una legge già esistente) approvato il 2 giugno ed entrato in vigore pochi giorni fa dopo la firma del Re Harald V. 

Tale legge impone che in tutte le pubblicità foto-ritoccate dovrà essere apposto un avviso standard (che sarà realizzato dal Ministero della Famiglia) che avvisi gli utenti di trovarsi di fronte a una foto ritoccata. La regola varà in generale per tutte le pubblicità ed in particolare per quelle sui social network.

Intervistato dalla rivista online MinMote, il Ministro della Famiglia Kjell Ingolf Ropstad ha comunicato l’obiettivo della nuova regola: l’idea è che l’obbligo possa aiutare a generare comportamenti più sani sui social, nella speranza che dovendo obbligatoriamente usare l’avviso per segnalare i fotoritocchi, le aziende e gli influencer preferiscano non modificare affatto le foto.

Il ministro ha infatti detto: “Si spera che la misura dia un contributo utile e significativo per arginare l’impatto negativo che tale pubblicità ha in particolare sui bambini e sui giovani”.

I social interessati

L’obbligo riguarderà tutte le immagini utilizzate a fini pubblicitari o promozionali, comprese quelle condivise dagli influencer e dalle celebrità “per ricevere qualsiasi tipo di pagamento o altro beneficio”.
I social interessati sono: Facebook, Instagram, Snapchat, TikTok e Twitter.

Cosa si intende con “fotoritocco”

Non si potrà alterare la forma del corpo senza dichiararlo, ma come vengono considerate le altre modifiche? La nuova legge recita: “l’inserzionista e la persona che progetta l’annuncio devono inoltre garantire che l’annuncio in cui la forma, le dimensioni o la pelle di un corpo siano state modificate mediante ritocchi o altre manipolazioni, sia contrassegnato”. 

Cosa ne pensano gli Influencer?

Molti degli influencer interessati, tra cui Janka Polliani che ha 185mila follower su Instagram e Kristin Gjelsvik che ne ha 202mila, hanno detto di essere favorevoli alla nuova legge; alcuni, tra cui Polliani, pensano che dovrebbe riguardare tutte le immagini ritoccate e non solo quelle pubblicitarie.

In un mondo sempre più basato sull’apparenza e sulla finzione, questa misura è sicuramente un forte segnale.

E tu? Pensi che una misura del genere possa aiutare a combattere la promozione di ideali di bellezza fasulli?

→ Sono sicuro che il tema sarà dibattuto al Web Marketing Festival, il festival dedicato al marketing che si terrà a Rimini dal 15 al 17 Luglio. 

Non perdere questa grande opportunità!.

Partecipa al più grande festival sull’Innovazione Digitale!

Approfitta degli ultimi ticket disponibili per prenotare il tuo posto, scopri di più su 👉 https://www.webmarketingfestival.it/ 

Previous post

8 steps per aumentare followers su Instagram gratis

Next post

Burratina con sorpresa