6
Shares
Pinterest WhatsApp

Uno dei principali miti italiani, una vera icona su ruote, che nella prima metà del ‘900 ha fatto sognare il bel paese, la mitica Topolino, a 80 anni dalla sua nascita ripercorrerà trionfalmente la rampa di salita verso la pista di collaudo del Lingotto.

Fiat-Lingotto-Torino-1927

Era Il 15 giugno 1936 , quando la Fiat 500 venne messa per la prima volta in vendita. La”500 B” nota come “Topolino”, per il suo frontale che richiama il muso del roditore e, forse, per il successo del Topolino della Walt Disney, era in realtà un’automobile modesta, venduta al prezzo di 8.900 lire, pari a venti volte lo stipendio medio di un operaio specializzato. Comunque, la Fiat 500 riuscì ad ottenere un discreto successo, anche grazie alla “fame di automobili degli Italiani”.

Immagine

Infatti negli anni 30 in Italia giravano solo 200000 vetture per 35 milioni di abitanti, meno di un decimo rispetto a paesi quali Francia e Germania. Il desiderio di appartenere all’ elìte di possessori di auto, unito alle prestazioni della 500, che all’epoca raggiungeva una velocità di 95 km/h , ed era anche dotata dei primi, modernissimi impianti di riscaldamento, permise la vendita di oltre 50000 vetture. Da allora, per 20 anni fu un susseguirsi di nuovi modelli, tra cui ricordiamo la “Giardiniera Belvedere” l’antenata delle odierne Station Wagon, con le fiancate in legno, o le versioni per l’estero come i modelli “Cinq” e “Six”, per la Francia, o la versione spider della Topolino costruita per gli Stati Uniti.

topolino guardiniera legno

Provengono da oltre 14 paesi in tutto il mondo le 250 Topolino, costruite tra il 1936 e il 1955, che ritorneranno nella città sabauda, per l’evento internazionale organizzato e promosso da Topolino Autoclub Italia e Club Topolino Fiat Torino, per far rivivere la loro storia. Una storia, quella delle Topolino, rivisitata spesso, per una vettura che più che come un auto è vista come una parte di patria, un ambasciatrice tricolore, non tanto per le sue prestazioni, quanto per l’istintiva simpatia che l’auto Torinese ha riscosso in tutto il mondo.

articolo 1 fiat_500_topolino_1936

Il gruppo di utilitarie sarà al centro di numerosi appuntamenti di design, moda, food, arte, musica, cultura, sport, con una mostra di 80 ex libris dedicati al mondo della Topolino, la giornata in Topolino alle residenze sabaude e quella allo Juventus Stadium, per finire con l’esposizione in piazza Vittorio, dove verranno salutate da un concerto vintage, a ritmo di fox-trot, lindy hop e boogie-woogie.

Il ritorno a Torino riporta quindi indietro nel tempo, con memoria e nostalgia, ma come ha spiegato Mario Garavoglia, presidente del comitato organizzatore Ling80annidopo:

“La Topolino ha unito gli italiani di un tempo nel realizzare il sogno di possedere l’automobile ,  Questo non è un nostalgico sguardo al passato ma una festa nel presente con lo sguardo al futuro per celebrare questa testimonianza di tecnica e design italiano”.

A17_fiat_500_topolino_przed_lingotto_pl

Previous post

Le terre "ballerine" del Lago Coniglio

Next post

Nothing is real: la cultura orientale che influenzò l'occidente