0
Shares

La Mercedes W196R fu la monoposto con cui Juan Manuel Fangio riuscì a trionfare nelle stagioni automobilistiche di F1 nel 1954 e 1955.  1954-Mercedes-Benz-W196R-Formula-1-Racing-Single-Seater-10

La W196 è stata la monoposto con cui la Casa della “stella a tre punte” tornò alle competizioni dopo quindici anni di assenza. L’ultima partecipazione ad una competizione ufficiale, era infatti risalente al 1939, proprio all’alba della Seconda guerra mondiale.

merc196h

Potete ammirare in Italia questa splendida monoposto al Museo dell’automobile di Torino
La W196 è rimasta nel cuore degli appassionati dell’epoca come una delle monoposto tecnicamente più innovative del periodo. Il motore M196 era un otto cilindri in linea bialbero da 2496 cm³, del quale va senz’altro ricordata la distribuzione desmodromica, che consentiva di eliminare le molle di richiamo delle valvole e di poter funzionare a regimi più alti.

1954-Mercedes-Benz-W196R-Formula-1-Racing-Single-Seater-design

Un’altra novità fu l’alimentazione ad iniezione diretta, che consentiva un miglior rendimento del motore, soluzioni queste, specialmente quella relativa all’iniezione diretta, vennero sviluppate dagli ingegneri Mercedes-Benz attraverso l’esperienza acquisita sul caccia Messerschmitt Bf 109 durante la Seconda guerra mondiale.
Sono esistite due varianti di carrozzeria per la W196, tutte in lamiera di alluminio: una con corpo vettura carenato, per sfruttare l’aerodinamica nei circuiti veloci, ed una a ruote scoperte per i percorsi più tortuosi.

MB_01_2000

La Mercedes-Benz W196 è stata una monoposto di Formula 1, utilizzata durante le stagioni 1954 e 1955 e vincitrice di 9 delle 12 gare alle quali prese parte con Juan Manuel Fangio e Stirling Moss.
Dalla W196 derivò la famosa Mercedes-Benz 300 SLR.

Negli anni successivi Juan Manuel Fangio fu ancora protagonista di imprese memorabili, come nel 1957 al Nurburgring. con una Maserati.

Previous post

Le mille anime di Barriera di Milano

Next post

Arriva il Villafranca Winter Festival