0
Shares

Nella storia della moda, in pochi hanno saputo lasciare realmente il segno, e fra questi troviamo sicuramente Valentino Garavani. Un personaggio che è entrato a gamba tesa nel mondo del fashion, mantenendo uno stile inconfondibile dagli esordi fino al 2007, anno del suo ritiro ufficiale. E poi dall’altro lato troviamo lo Strand Bookstore di NY, una delle più famose librerie al mondo e indubbiamente la più famosa della Grande Mela. Cosa collega il marchio Valentino e lo Strand Bookstore?

Una collaborazione nata all’insegna dell’arte e della letteratura, perché la passione per la moda non è l’unico amore che appartiene alla nota maison. Vediamo dunque di capire chi sono i protagonisti di questo perfetto sodalizio.

image_valentino_strand_moda_letteratura

La maison Valentino Garavani

Nato alla fine degli anni ’50, questo brand (fondato appunto da Valentino Garavani) ha segnato le pagine della storia della moda. Il tutto per via di alcune peculiarità molto speciali, come ad esempio l’attenzione alla componente sartoriale degli abiti, ma anche l’uso del plissé e del drappeggio. Una filosofia che non ha mai perso di vista l’arte, il cui estro può essere ritrovato anche sugli accessori, come nel caso delle borse Valentino, tanto per fare un esempio. Altre caratteristiche proprie di questa maison? L’amore verso fantasie come l’animalier, insieme ai continui riferimenti all’arte del Rinascimento e il famoso “Rosso Valentino”: una sfumatura che oggi rappresenta il simbolo più riconoscibile di questa casa di moda.

Lo Strand Bookstore NY

Nel cuore di Manhattan si trova un luogo molto particolare: si tratta dello Strand Bookstore, semplicemente la libreria più famosa di New York. Nata nel lontanissimo 1927, questa antica perla continua a rappresentare oggi un grande punto di ritrovo per tutti gli amanti della letteratura. La sua fama è dovuta, un po’ come accade per il brand Valentino, ai valori che la libreria si porta dietro fin dalla sua nascita: ovvero l’amore non solo per l’arte, ma anche per il libero scambio di idee e per la sua inesauribile curiosità. Ciò spiega perché il catalogo dello Strand Bookstore non disdegna un rinnovamento continuo, che comprende anche i libri usati. Senza poi dimenticare che si parla di un vero e proprio salotto letterario, frequentato in passato da personaggi del calibro di Hillary Clinton.

Valentino e Strand Bookstore insieme

Valentino e Strand Bookstore insieme nel nome di una collaborazione a metà fra moda e arte letteraria. Un connubio che ha visto la nota maison sponsorizzare alcuni incontri culturali e vestire gli autori ospiti presso la libreria, come ad esempio Elizabeth Acevedo. Ma non finisce qui: la collaborazione vive anche su Instagram, dove la casa di moda italiana non manca di pubblicizzare l’iniziativa. Nel mondo della moda non è affatto facile trovare collaborazioni di questa tipologia: una prova ulteriore della particolarissima filosofia di Valentino Garavani, sempre alla ricerca di nuove opportunità per dimostrare il proprio estro creativo e artistico. Gli incontri culturali organizzati presso lo Strand Bookstore, quindi, vanno a incastrarsi perfettamente in una storia fatta di intuizioni, di estetica dell’arte e –non da meno– anche di letteratura.

Naturalmente la speranza è che questo non debba rimanere un caso isolato nel mondo della moda e che altri brand seguano l’esempio di Valentino Garavani.

image_strand_bookstore_ny

Previous post

Tutti i pro e i contro dell’esporre la pelle al sole

Next post

La tradizione del 'Farò' di San Giovanni