3
Shares

Strani paralleli si creano rileggendo la storia del palazzo più famoso di Nizza, affacciato sulla splendida Promenade Des Anglais

La storia di un uomo Henry Negrescu, che lascia la Romania, la sua terra, per cercare fortuna in mezza Europa, approdando a Nizza, dove diventato direttore del Casino Municipale, inseguì, con successo, il sogno di costruire un Hotel sontuoso ed elegante. Trovati i fondi, si affidò nelle mani dell’architetto Édouard-Jean Niermans, che interpretò al meglio il compito, disegnando la mitica cupola rosa, simbolo dell’Hotel Negresco.

LeNegresco

Pare di rivedere la rocambolesca scalata di Zero Moustafa, da facchino a padrone del Grand Budapest Hotel nel film del visionario Wes Anderson.

Negli oltre cento anni di storia (inaugurato nel 1913) tanti sono stati i momenti di splendore, alternati a momenti bui (legati principalmente alle guerre).

Dopo il fondatore, negli anni ’50 un’altra figura si lega indissolubilmente all’Hotel, Madame Jeanne Augier, l’attuale 93enne proprietaria. La sua famiglia rileva nel 1957 da una compagnia belga la struttura e la riporta ai fasti del primo ‘900.

Luci

Tantissimi i nomi transitati per le splendide camere dell’albergo (che si vanta di avere al V piano una serie di suite per VVIP – very very important people), artisti, cantanti, personaggi dello spettacolo, politici.

BB Vadim Quinn

Brigitte Bardot e Roger Vadim fotografati da Edward Quinn nel 1958 al Negresco

Nel 2003 arriva dal Governo Francese il riconoscimento di Edificio di Interesse Storico Nazionale.

Imperdibili TAG

Le Camere: Il Negresco si distingue grazie al suo perfetto stile che si divide fra antico e moderno. Tutte le suite e le camere dell’hotel sono state arredate ispirandosi ai periodi più notevoli dell’arte francese. Ogni camera ha il proprio stile con i suoi mobili d’epoca. Da Luigi XIII all’arte moderna, sono stati rappresentati cinque secoli di storia.

Deluxe-1-800x400

Il ristorante “Le Chantecler”: Il miglior ristorante di Nizza. Lo chef Jean-Denis Rieubland, premiato con due stelle Michelin, propone una cucina e uno stile “ispirati alla Provenza, nel rispetto dei prodotti e della tradizione”.

Il Lampadario Baccarat: Nel Salone Reale, sul magnifico tappeto di Aubusson, si staglia il grandioso lampadario di Baccarat, composto di oltre 16300 cristalli, che illumina il Salone Reale.

Nice_Hotel_Negresco_hall_central

Hotel Le Negresco

Promenade des Anglais, 37

06000 Nizza (F)

Telefono: +33 (0) 493 16 64 00

Informazioni generali: info@lenegresco.com

Prenotazioni: reservations@lenegresco.com

“Le Chantecler”: chantecler@lenegresco.com

Sito web (EN/F/I/RU): www.hotel-negresco-nice.com

Pagina Facebook: Hôtel Negresco Nice

 

Previous post

Arriva la Pininfarina Fuoriserie: tradizione ed ecosostenibilità

Next post

Pic Nic a Villa Borghese