0
Shares

Pochi giorni fa è stata selezionata a Torino la nuova Mascotte AMIAT, “Taurino Netturbino”.

La scelta è avvenuta fra diverse proposte, disegnate da Francesco Bastianoni, attualmente dipendente AMIAT e noto per essere stato nel 1991 uno dei papà del fumetto di fantascienza Nathan Never.

Tre le proposte che ha presentato: i torinesi hanno scelto Taurino Netturbino, un toro verde armato di scopa.

taurino-netturbino

Lui che, insieme con il fratello Dante, è stato tra i creatori del tratto del bonelliano Nathan Never, così è tornato al disegno: «Nel mondo del fumetto nessuno sa del mio nuovo lavoro – aggiunge – Mentre tra i colleghi pochi sanno che disegno.

Nathan Never è una serie a fumetti di fantascienza, ideata da Michele Medda, Antonio Serra e Bepi Vigna e pubblicata a partire da giugno 1991 dalla Sergio Bonelli Editore.

l personaggio di Nathan Never è ispirato a Rick Deckard protagonista del film Blade Runner e la serie stessa trova ispirazioni oltre che nel cinema di fantascienza americano degli anni ottanta – Alien e Blade Runner soprattutto – anche nella letteratura cyberpunk, nelle opere di Isaac Asimov, nei manga e negli anime giapponesi di fantascienza come Gundam e Patlabor e nelle serie televisive di Star Trek.

download

Le avventure di Nathan Never sono ambientate in un futuro non molto lontano in un mondo sconvolto dalle terribili catastrofi del 2024 e raccontano le vicende di un detective che lavora per l’Agenzia Alfa, una delle tante agenzie private di investigazioni che si sono affiancate alla polizia nella lotta al crimine.

Previous post

La signora fuori dalla porta

Next post

Due alberghi trasformeranno l’area di Porta Susa