7
Shares

Le case moderne si fanno sempre più hi-tech andando incontro alle necessità di una società ormai fortemente digitalizzata. Nelle smart home, il comfort garantito dall’utilizzo di tecnologie avanzate va a braccetto con una concezione dell’abitare che dà una grande importanza alla sostenibilità ambientale. Che questo nuovo tipo di abitazioni siano già realtà è dimostrato dal recente riconoscimento attribuito al Politecnico di Torino in occasione del Solar Decathlon in Cina grazie ad una partnership italo-cinese. Si tratta di uno degli eventi più importanti nel settore dell’architettura hi-tech. Una competizione serrata che ha visto vincere la casa nZEB: un modello alimentato al 100% da pannelli termici e solari. La paternità di questo modello appartiene per l’appunto al Politecnico di Torino in partnership con la SCUP di Guangzhou.

image_smart-home

 

Smart home: definizione e vantaggi

La smart home, o casa intelligente, è un edificio che in cui la tecnologia è rivolta al comfort domestico e alla riduzione dei consumi. È una casa profondamente hi-tech, dove i dispositivi elettronici comunicano fra loro e sono collegati ad una centralina smart, che sfrutta la rete Internet come canale comunicativo. Internet diventa dunque centrale per il funzionamento di una smart home: ciò significa che uno dei requisiti principali è avere una connessione prestante e di qualità. Per ottenerla conviene scegliere le migliori ADSL sul mercato, tra cui spicca quella di Vodafone, che sono in grado di sfruttare le tecnologie di ultima generazione per garantire una navigazione veloce. I vantaggi di una smart home sono molteplici: partiamo dal comfort e dalla sicurezza. Gli elettrodomestici che si attivano da soli o a distanza (tramite app) permettono di gestire comodamente qualsiasi aspetto della casa. Le serrature biometriche e le webcam, invece, assicurano una protezione totale dell’abitazione. Poi si devono citare i vantaggi in termini di risparmio energetico, dati dai termostati intelligenti e da altri sistemi come gli impianti di illuminazione smart.

image_smart-home-3

Crescita del settore in Italia e principali gadget hi-tech

 

Il mercato italiano relativo alle smart home e ai gadget tecnologici è in continua ascesa, come fra l’altro testimoniato dal report 2018 di Gfk. Secondo i dati esposti al pubblico, questo comparto ha visto un incremento delle vendite pari al +5%. Per quanto concerne l’indotto, invece, si parla di un valore cresciuto nel complesso del +9% rispetto al primo semestre del 2017. Togliendo dal conteggio le smart TV, oramai molto gettonate, il trend appare ancora migliore, con un aumento del +25%. Fra i gadget hi-tech più venduti e apprezzati troviamo gli assistenti virtuali come Google Home, insieme alle lampadine LED connesse ad un impianto smart. Altri esempi virtuosi di oggetti hi-tech di successo sono i termostati smart, il wi-fi repeater e le webcam di sorveglianza gestibili con le app.

image_smart-home-4

Oggi Internet e hi-tech hanno reso possibile il concretizzarsi di qualcosa che sembrava lontanissimo fino a qualche anno fa, portandolo dalla fantasia al piano della realtà.

 

Previous post

Pandora’s Box: a Vigone la provocatoria Panchina d’Artista di Nicola Bolla

Next post

Buon compleanno Gallerie d’Italia