1
Shares

Si è conclusa nei giorni scorsi l’84ª edizione della Fiera Internazionale del tartufo bianco d’Alba. Sei settimane ricche di eventi enogastronomici e culturali che hanno accesso i riflettori su Alba e più in generale sul territorio delle Langhe e del Roero, promosso quest’anno patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. Un’edizione speciale, che si è distinta anche e soprattutto per l’alto profilo gourmet con “Alba Truffle show”, format che ha visto grandi chef del territorio deliziare platee sempre sold-out, grazie a divertenti oltre che gustosi show cooking.

A chiudere la kermesse una coppia stellata, Christian e Manuel Costardi, chef dell’hotel Cinzia a Vercelli, rispettivamente di 36 e 27 anni e dediti, nell’ordine, al salato e al dolce in una divertente armonia, all’interno della quale è impossibile metter becco. Come nelle migliori coppie che si rispettino.

Il menù è un trionfo di sapori langaroli in cui i colori dell’autunno la fanno da padrone, e dove al tartufo bianco d’Alba sono rigorosamente abbinati i funghi e la Nutella, base quest’ultima del dolce preparato da Manuel e omaggio degli chef ai 50anni compiuti quest’anno dal fiore all’occhiello della famiglia Ferrero.

Il primo non poteva che essere un risotto, in carta ne hanno 25 diversi tipi e il loro, di riso, è griffato, Manuel e Christian, arriva da Gli Aironi e ne seguono passo dopo passo la lavorazione, prima che arrivi nel piatto o se avete la fortuna di passare nel loro ristorante nella lattina, omaggio al maestro della Pop Art, Andy Warhol e alla sua celebre Campell’s Soup.

Costardi1-990x660

 

Previous post

Il mito Senna in mostra a Torino

Next post

Arriva la Pininfarina Fuoriserie: tradizione ed ecosostenibilità