1
Shares

Il 29 ottobre 1908 nasceva a Ivrea la Olivetti.

Sul tetto della fabbrica a due piani in mattoni rossi venne affisso un cartellone, grande quasi quanto il lato est dell’edificio, che riporta la scritta:

ING. C. OLIVETTI & C.

PRIMA FABBRICA NAZIONALE MACCHINE PER SCRIVERE

La campagna separava ancora la città di Ivrea dalla fabbrica, mentre il Canavese era stato fino ad allora una zona con tradizioni unicamente agricole e artigiane.

Nasceva così una delle più grandi e innovative aziende al mondo

1_0iv-eguvnsmbcjrilsytmw

All’apice della sua attività Olivetti contava più di 75.000 dipendenti, esattamente quanti oggi ne ha Apple. Aveva stabilimenti in Germania, Brasile, USA, progettati anch’essi da illustri architetti e designer.

Anche all’interno della fabbrica l’ambiente era nuovo e differente: durante le pause i dipendenti potevano servirsi delle biblioteche, ascoltare concerti, seguire dibattiti, e non c’era una divisione netta tra ingegneri e operai, in modo che conoscenze e competenze fossero alla portata di tutti. L’azienda accoglieva anche artisti, scrittori, disegnatori e poeti, poiché l’imprenditore Adriano Olivetti riteneva che la fabbrica non avesse bisogno solo di tecnici ma anche di persone in grado di arricchire il lavoro con creatività e sensibilità.

Fino al 27 gennaio 2019 a Ivrea la mostra “Olivetti 110 anni di innovazione”  (Officina H, via Montenavale, 1), che racconta la storia della famiglia “regina” dell’industria italiana e dell’eredità di un progetto visionario.

5363b4fa70e12-groot4

Realizzata con il patrocinio del Comune di Ivrea e in collaborazione con l’Associazione Archivio Storico Olivetti e la Fondazione Adriano Olivetti, la mostra resterà aperta al pubblico fino al 27 gennaio 2019. L’esposizione celebra il 110° anniversario della nascita di Olivetti e il recente riconoscimento Unesco alla città di Ivrea, modello di riferimento sociale per la moderna visione della relazione tra industria e architettura sviluppatasi tra gli anni ’30 e ’60 del secolo scorso.

Si possono ammirare, infatti, una ricca selezione di manifesti tra i più significativi della produzione dell’azienda, una collezione delle locandine pubblicitarie di Giovanni Pintori e di artisti vari tra la fine degli anni ’50 e l’inizio dei ’60 e una importante raccolta di fotografie uniche.

22815216_786203091505044_2424643835265606541_n

Prodotti iconici come le celebri macchine per scrivere “Lettera22”, nata nel 1950, e “ Valentina”, progettata nel 1968, per citare alcuni degli oggetti in mostra. Un excursus che arriva   fino al mondo digitale di oggi con il Form 200, registratore di cassa connesso.

 

Olivetti 110 anni di innovazione

22 novembre 2018 – 27 gennaio 2019

Officina H, via Montenavale, 1 – Ivrea

Orari: ogni sabato e domenica dal 24 novembre al 9 dicembre

da sabato 22 dicembre 2018 al 27 gennaio 2019 dalle 10-12 e 15-19.

Previous post

La bottega delle Bambole

Next post

Alle origini di Martini & Rossi