0
Shares

Le sue fotografie affrontano territori inesplorati della bellezza e della natura con l’intento di “andare oltre i dogmi a dispetto del moralismo imperante”. Anticonformista, purista dell’immagine, allievo di Richard Avedon: è Mustafa Sabbagh fotografo italo giordano di fama internazionale.

Mustafa Shabbagh

Un maestro ispirato da Rubens, Caravaggio e Kubrick, viaggiatore senza meta, curioso di ogni cultura, per il quale la fotografia è “un atto erotico che non si consuma mai, in primis con il soggetto”. Poi diventa un rapporto aperto con chi la guarda”.

COPERTINA 2

Mustafa Sabbagh nasce ad Amman (Giordania). Italo – palestinese, cresciuto tra l’Europa e il Medio Oriente, il suo imprinting è cosmopolita, mentre il suo atteggiamento è nomade. Dopo una carriera di successo come fotografo di moda riconosciuto dalle più prestigiose riviste del mondo, Sabbagh concentra la sua ricerca ridefinendo la storia dell’arte attraverso la fotografia contemporanea, creando una sorta di contro canone estetico al cui interno il punctum è la pelle, diario dell’unicità dell’individuo tradotto su fondali lividi, ovali e dittici, nella multidimensionalità del nero, in styling raffinatamente allucinati.  Un’estetica del disagio, armonia dell’imperfezione, indagata attraverso il medium fotografico, così come attraverso la videoarte in cui si muove con disinvoltura. E’ stato spesso protagonista di interviste e documentari focalizzati sulla sua opera, nel 2013 Sky Arte HD, attraverso la serie Fotografi, lo ha eletto come uno degli 8 artisti più significativi della scena italiana contemporanea.

Mustafa Shabbagh

Ad oggi Sabbagh è stato riconosciuto come uno dei 100 fotografi più influenti al mondo, ed uno dei 40 ritrattisti di nudo – unico italiano – tra i più rilevanti su scala internazionale. Le sue opere sono presenti in molteplici collezioni permanenti in Italia e all’estero tra cui il prestigioso Farnesina Art Collection.

Sabbagh

 

 

 

 

Previous post

La via delle gravine

Next post

Borsalino: Il copricapo per eccellenza