4
Shares

In occasione delle feste natalizie il Museo Nazionale del Cinema rende omaggio a Marilyn Monroe, con un allestimento scenografico per ricordare, attraverso alcuni oggetti iconici, colei che ha maggiormente incarnato il ruolo di star per eccellenza, universalmente riconosciuta come “la stella più brillante del firmamento hollywoodiano”.

Foto: Museo Nazionbale del Cinema - Torino
Foto: Michele d’Ottavio – Museo Nazionale del Cinema – Torino

Dalle collezioni del Museo Salvatore Ferragamo arrivano le scarpe originali appartenute all’attrice, oltre a una spettacolare installazione contemporanea che vede protagonista il décolleté tacco 11 in vernice rossa realizzate da Salvatore Ferragamo espressamente per l’attrice.
Dall’Academy of Motion Picture Arts and Sciences di Los Angeles arrivano i figurini per costumi della star, realizzati da importanti costume designers.

Foto: Michele d'Ottavio - Museo Nazionale del Cinema - Torino
Foto: Michele d’Ottavio – Museo Nazionale del Cinema – Torino

Il Museo Nazionale del Cinema propone un nuovo allestimento degli oggetti personali dell’attrice, che conserva nella sua collezione: un paio di orecchini e un bracciale con incisa la dedica “Marilyn Love Frank” (e chissà che non si tratti di un regalo di Frank Sinatra…), un sensuale bustino di pizzo nero, un paio di scarpe con le sue iniziali sulla suola e, per la prima volta in esposizione, il beauty-case utilizzato sul set di A qualcuno piace caldo.

Foto: Michele d'Ottavio - Museo Nazionale del Cinema - Torino
Foto: Michele d’Ottavio – Museo Nazionale del Cinema – Torino

Il tributo a Marilyn Monroe continua al Cinema Massimo, dove, dall’8 al 22 gennaio, verranno riproposti 9 tra i più celebri film interpretati dall’attrice americana, come A Qualcuno Piace CaldoNiagara.

 

“Merry Marilyn, naturale eleganza, magico charme”

Museo Nazionale del Cinema di Torino

12 dicembre 2018 – 28 gennaio 2019

Foto: Michele d'Ottavio - Museo Nazionale del Cinema - Torino
Foto: Michele d’Ottavio – Museo Nazionale del Cinema – Torino
Previous post

Racconigi: in primavera location del nuovo film Marvel

Next post

La sfida di Natale di Costante Girardengo