0
Shares
In copertina una splendida cartolina del 1953 con uno scatto al casello di Settimo, alle porte di Torino, porta dell’autostrada per Milano.
240ydn5
 
La costruzione della Torino-Milano avvenne negli anni 1930-32, per iniziativa della “Società Anonima Autostrada Torino-Milano”, nella quale ebbero molta parte il senatore Giovanni Agnelli e la FIAT.
10389432_367781813347176_4782423018134338521_n
Si trattò di un percorso nettamente più lungo dei precedenti (circa 125 Km), e assai più elevato fu anche il suo costo (circa 110 milioni di lire, per altro inferiore di circa il 20% rispetto al preventivo di progetto); una parte significativa dei capitali impiegati fu però coperto da contributi pubblici, statali e locali. Questo, assieme ad un maggior traffico di cui l’autostrada poté subito godere, assicurò alla società promotrice la sopravvivenza e ne consentì l’indipendenza dallo Stato.
L’autogrill “Pavesi”
Tra i primi Autogrill italiani di Pavesi questo, sull’autostrada Milano-Torino presso Veveri (Novara), è stato realizzato su progetto dell’architetto Angelo Bianchetti nel 1962. La snellezza della struttura, veicolo pubblicitario di Pavesi ed icona della rinascita economica italiana, è sinonomo di modernità ed eleganza. L’idea forte di tale tipologia è proprio quella dell’attraversamento a ponte dell’infrastruttura, capace di consentire, durante un momento di sosta per il pranzo, uno sguardo tranquillo e compiaciuto sulla “velocità”, ovvero sull’idea guida del nascente progresso economico del Paese.
524581_224721534319872_856576639_n
Previous post

Gio Ponti: il genio e la sua macchina Pavoni per l'espresso

Next post

Quella strana casa sulla collina di Cavoretto