0
Shares

 

Qualche tempo fa mi è capitato di visitare Fenestrelle e passeggiare nella zona del torrione sud del Forte di Fenestrelle.

Dopo aver fatto tappa in un caratteristico bar del posto, (fantastica l’insegna che racconta una vita di paese che non c’è più) incontro un signore con cui chiacchiero un po’.

14902838_1632762043416538_3693983619486442754_o

Mi racconta di alcune storie e tradizioni del luogo. Si lamenta che il forte sia troppo recente per poter avere dentro un fantasma e mi dice: “Però è bella la storia del Lago Ciardonnet…”.

La leggenda racconta che un battaglione di fanteria piemontese era stato inviato a presidiare il passo e si era accampato al colle del Prà Reale. Gli abitanti della zona, oggi frazione di Roure, supportavano la guarnigione, e quotidianamente li rifornivano pane, patate e formaggio.

Tra uno dei soldati ed una ragazza del posto, Bianca, nasce una storia.

Il soldato dopo un po’ di tempo viene trasferito e promette alla ragazza di ritornare da lei entro un anno per sposarla.

Ma non è così, perché il soldato viene ucciso.

La ragazza, distrutta dal dolore impazzìsce e poco dopo scompare.

Si racconta che il luogo d’incontro dei due ragazzi fosse il lago Ciardonnet, che leggenda vuole si sia trasformato sempre di più nell’alternarsi delle stagioni nelle sue forme, assomigliando sempre di più a un cuore, in ricordo dell’amore dei due ragazzi.

lago_ciardonnet_da_punta_rocca_nera

Previous post

La "compagnia" dei Pinguini blu

Next post

Salone dell'Auto di Torino: la terza edizione si apre al territorio