0
Shares

6 città per 6 itinerari d’arte raggiungibili da Torino in auto o in treno in giornata.

Torino è una splendida città d’arte, ricchissima di spunti e di attività, ma alla domenica possiamo permetterci dei viaggi con itinerari che promettono grandi mostre e piccole grandi scoperte.

Partiamo allora!

BIELLA

il Macist Museum dedica una mostra alla “Vespa”, icona motoristica del XX secolo.

“La Vespa nella storia dell’arte”: fino al 30 giugno, ogni weekend dalle 15 alle 18.30 con ingresso libero. Oltre alle opere d’arte, “La Vespa nella Storia e nell’Arte” propone un’ampia e importante selezione di modelli storici della Piaggio, dalla fine degli anni quaranta agli anni ottanta. Proprio a Biella dove, alla fine della seconda guerra mondiale si trasferirono gli stabilimenti Piaggio e dove videro la luce i modelli MP5 (il famoso “Paperino”) ed MP6, antesignani della “Vespa”.

Ingresso libero. Punto sulla mappa

la_mostra_sulla_vespa_al_macist_di_biella

MILANO

Due proposte super per Caravaggio e una molto molto suggestiva.

A Palazzo Reale Milano (Piazza Duomo), fino al 4 febbraio, “Dentro Caravaggio”, mostra definitiva sul genio cinquecentesco.

Un’esposizione unica, sia per le opere esposte, provenienti dai maggiori musei italiani e da importanti musei di tutto il mondo, che per il percorso proposto: per la prima volta le tele di Caravaggio saranno affiancate dalle rispettive immagini radiografiche che consentiranno al pubblico di seguire e scoprire il percorso dell’artista dal suo pensiero iniziale fino alla realizzazione finale dell’opera.

A pochi passi da Palazzo Reale, in Piazza della Scala, alle Gallerie d’Italia, fino all’8 aprile “L’ultimo Caravaggio”

23669030_526240001046267_6128710217478504937_o

Il cuore dell’esposizione sarà costituito dal confronto tra due opere dedicate alla tragica vicenda di Sant’Orsola, “Martirio di sant’Orsola”: l’ultimo dipinto eseguito da Caravaggio a Napoli poco prima della sua morte nel 1610 e la tela realizzata da Bernardo Strozzi negli anni della sua prima maturità (1615-1618).

Oltre 50 opere di seguaci di Caravaggio, come Battistello Caracciolo e Ribera, e nuovi maestri, quali Rubens, Van Dyck, Procaccini e Strozzi, nel difficile passaggio artistico che porterà l’arte verso il Barocco.

E veniamo alla proposta più “sperimentale”: “Bill Viola nella Cripta del Santo Sepolcro”

Fino al 28 Febbraio 2018, la Cripta del Santo Sepolcro a Milano sarà teatro di un intervento artistico di grande risonanza. Gli ambienti di uno dei luoghi più ricchi di spiritualità della città si apriranno alle opere del rinomato artista Bill Viola (New York, 1951).“

Bill Viola alla Cripta di San Sepolcro

cripta_santo_sepolcro
La mostra presenta tre opere di Bill Viola capaci di creare una dialettica tra l’antica chiesa ipogea, sita nel cuore dell’antica Milano, con temi che Viola ha esplorato nei suoi lavori, come la nascita, la morte, la rinascita e la coscienza umana.

Il percorso espositivo è allestito nella Cripta del Santo Sepolcro – riaperta dopo 50 anni e diventata immediatamente tra le principali mete culturali a Milano, con oltre 40.000 visitatori“

Tutti i giorni dalle ore 17 alle ore 21. Fasce di visita ogni ora. La prenotazione online va fatta tramite il sito

Punto sulla mappa

BRESCIA

“PICASSO, DE CHIRICO, MORANDI: 100 capolavori del XIX e XX secolo dalle collezioni private bresciane”

Fino al 10 giugno, a Palazzo Martinengo un appassionante viaggio alla scoperta dei capolavori conservati nelle più prestigiose dimore private della Provincia di Brescia, scrigni di tesori d’arte di inestimabile valore. Protagonisti della mostra non saranno più dipinti rinascimentali e barocchi, bensì tele eseguite nel XIX e XX secolo. Il percorso espositivo – che presenterà in anteprima mondiale un capolavoro riscoperto di Pablo Picasso del 1942, “Natura morta con testa di toro”

sabato, domenica e festivi: dalle 10:00 alle 20:00

Punto mappa

seconda-triade-nuova

GENOVA

Fino al 6 maggio, a Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura: PICASSO – Capolavori del Museo Picasso, Parigi

La mostra presenta una selezione di opere provenienti dal Musée Picasso di Parigi, suddivise in sezioni tematiche, che permettono di ripercorrere la straordinaria avventura umana e creativa dell’artista.

Da quelle d’ispirazione africana dei primissimi anni del Novecento sino alle più mediterranee bagnanti e ai celebri ritratti di donna degli anni Trenta e Cinquanta: la mostra fa emergere la poetica di Picasso in tutta la sua travolgente bellezza.

Sabato e Domenica: 9:30 – 19:30

pica

NOVI LIGURE

Al Museo dei Campionissimi, tempio del ciclismo eroico nato tra le colline del #novesedascoprire, di Fausto Coppi e Costante Girardengo, una splendida mostra prodotta da Galleria Campari: “Bike Passion. Dagli Album Campari una storia a due ruote”

20171215_161923
Il Museo racconta tante storie del ciclismo e espone biciclette che hanno fatto la storia e i successi sportivi, come la bici Bianchi del Giro d’Italia vinto dal Pirata Pantani o la bici dei record di Moser (http://bit.ly/2mYZVOP)

Nello stesso museo è possibile la visita al progetto espositivo permanente dal titolo “Tesori Sacri dalla collezione civica” allestito presso le Sale d’arte del Museo.

Da non perdere: “Il Beato Salvatore da Horta benedice gli infermi” di Bernardo Strozzi, maestro del ‘600, autore del “Martirio di sant’Orsola” della mostra di Gallerie d’Italia di cui sopra.

20171215_152516

Orario: Venerdì dalle 15 alle 19, sabato e domenica dalle 10 alle 19.

Punto sulla Mappa

Per altre info: Distretto del Novese

FOSSANO

Lucio Fontana e Piero Manzoni: in mostra a Fossano due protagonisti dell’arte contemporanea

La Fondazione ARTEA, in collaborazione con il Comune di Fossano e la Collezione La Gaia, presentano al castello degli Acaja la mostra “Tesori nascosti dalla collezione La Gaia. Fontana e Manzoni”. L’esposizione è aperta al pubblico da venerdì 1 dicembre fino a domenica 29 aprile (orario: venerdì 15-19, sabato e domenica 10-19).

Il nostro post: http://bit.ly/2mXfiHh

fontana

Previous post

Il teorema della Salamandra: tre motivi per avere qualche timore della rivoluzione annunciata da Facebook

Next post

Nek Max Renga, il Tour!