0
Shares

Il Farnborough International Air Show è una fiera internazionale di sette giorni dell’industria aeronautica e spaziale che si tiene ogni due anni in Inghilterra.

La 51ma edizione si sta svolgendo in questi giorni (dal 16 luglio al 22 luglio).

Il salone di Farnborough, insieme al Salone internazionale dell’aeronautica e dello spazio di Parigi-Le Bourget rappresenta uno dei più importanti eventi per l’industria aerospaziale.

bsgfmtaigaecadl

Perché scrivere su The Light Canvas di Farnbourgh?

Per una serie di motivi legati all’Italia ed in particolare al Piemonte, che presto scopriremo.

Partiamo dalla tradizione dell’industria aeronautica e da una storia che non molti conoscono.

Nel 1961, in occasione delle celebrazioni del Centenario dell’Unità d’Italia, vennero costruiti a Torino edifici appositi che ospitarono le varie Esposizioni (italiane ed estere) che costellarono l’Evento. Uno di questi edifici – Palazzo Vela, così chiamato per la sua forma che richiama ancora oggi una vela gonfia di vento – venne adibito a Museo dell’Aeronautica e riempito di reperti storici: velivoli, motori ed altre attrezzature.

paolo_monti_-_servizio_fotografico_torino_1961_-_beic_6362226
Foto di Paolo Monti (1961)

Nel giugno 1964, durante il primo “Salone Internazionale dell’Aeronautica e delle attrezzature aeroportuali” Palazzo Vela venne inaugurato dal Ministro della Difesa Andreotti. Dopo l’inaugurazione il Museo non venne tenuto sempre aperto al pubblico: veniva riaperto saltuariamente in particolari occasioni.

19983807_10209095900144470_2651141356998344553_o

Negli anni ‘70, il Salone non venne riproposto a Torino, mentre i velivoli di Palazzo Vela vennero trasferiti nell’ Idroscalo di Vigna di Valle dove, oggi, fanno bella mostra di sé, assieme ai velivoli aggiunti successivamente, nell’attuale Museo della Aeronautica Militare.

Un gran peccato, per la città italiana culla del volo e sede della principale azienda aeronautica ed aerospazione.

1971-torino-palazzo-velaweb

Tornando ad oggi, se da una parte, tra i costruttori di aerei, il made in Italy è sugli scudi al salone, con Leonardo-Finmeccanica, che ha portato oltre Manica alcune tra le soluzioni più innovative sviluppate dall’azienda e si è presentata come parte del consorzio europeo che sta sviluppando il “Tempest”, il caccia militare europeo del futuro, dall’altra ci sono aziende torinesi che hanno contribuito alla realizzazione di spettacolari allestimenti al Salone.

E’ il caso di Famagroup, azienda di Rivalta di Torino, eccellenza artigiana nel settore dell’arredamento su misura, che in dieci giorni, su progetto di Gris Dainese di Padova, ha realizzato lo Chalet espositivo della ATR, azienda costruttrice dei notissimi turboelica usati nei voli regionali.

Una struttura di quasi 200 metri quadri affiancata all’area espositiva dove campeggia un coloratissimo aereo della Silver Airways.

slide2

Nella struttura ricettiva di 100 mq, sono stati realizzati:

  • una grande area salotto che ottimizza lo spazio e un ampio buffet
  • una “stanza dell’innovazione” in cui vengono presentati gli ultimi prodotti high-tech
  • uno spazio multifunzionale per 8 persone
  • il servizio di toelette e cucina

img-20180715-wa0022

Previous post

Bagliori di rosso a Novi Ligure

Next post

I Medici: le riprese della terza stagione a settembre