3
Shares
Il 21 marzo del 1932 nasceva il grande ciclista Nino Defilippis, soprannominato in dialetto piemontese “Cit”.
 
Nato a Torino da padre pugliese, di Rutigliano, e madre astigiana, di Berzano di San Pietro, associa il suo nome al famoso e storico Pastificio Defilippis dal 1872.
Nino Defilippis divenne il «cit» nel ’52, quando a soli vent’anni fu (ed è tuttora) il più giovane a indossare la maglia rosa del Giro d’Italia.
Sua mamma Maria Ferraris Defilippis, aveva acquistato l’attività nel 1939, ribattezzandola con il nome del marito.
14-004-k85b-u110307538201ak-620x349gazzetta-web_articolo
Il pastificio era originariamente nato nel 1872, quando il cuoco di Casa Savoia Domenico Toso, tornato a Torino aveva aperto il suo laboratorio al numero 39 di via Lagrange.

Curiosità, la foto qui in basso è stata scattata il 23 luglio 1956. Davanti all’entrata del negozio c’è proprio Nino Defilippis, figlio dei proprietari, insieme a un gruppo di tifosi: quel giorno aveva appena vinto una tappa del Tour de France.

Era la tappa Gap – Torino, vinta d’orgoglio con arrivo allo Stadio Comunale, davanti al suo pubblico.

Il pastificio Lagrange, aperto nel 1872 dal cuoco Domenico Toso, ora diventato pastificio De Filippis, a Torino, 23 luglio 1956. Davanti all'entrata del negozio c'è il ciclista torinese Nino Defilippis, figlio dei proprietari, insieme a un gruppo di tifosi: quel giorno aveva appena vinto una tappa del Tour de France. (©Silvio Durante/Lapresse)
(©Silvio Durante/Lapresse)
Previous post

Elliott Erwitt: in mostra alla Venaria Reale

Next post

LA chiesetta "autostradale" di San Rocco