0
Shares

Vi è mai capitato di vedere in giro gli Easter Tree o alberi di Pasqua?

Sono degli stupendi rami decorati con uova dipinte o decorate e piume.

La loro origine è svedese e ci sono diverse ipotesi, alcune religiose ed altre pagane.

easter-tree-1

Per alcuni i rami con le piume rappresentano una scopa che asciuga l’inverno portando la primavera, quindi i rami decorati riprendono vita grazie ad una serie di addobbi e decorazioni.

Per altri rappresentano la stregoneria, i rami sarebbero le scope delle streghe e le piume ne rappresentano il volo.

Questa seconda ipotesi trova in parte conferma nell’usanza delle ragazzine svedesi di travestirsi da streghe nella settimana di Pasqua girando per le case chiedendo dolcetti e monetine.

Questo in onore di una leggenda che narra di streghe che il giovedì santo volavano in una località misteriosa chiamata Blåkulla per fare un sabba con il diavolo e tornavano indietro la domenica di Pasqua.

La tradizione cristiana invece associa “l’albero di Pasqua” (Påskris) alla celebrazione della domenica delle palme.

easter-tree-2

In questo caso le piume di uccello attaccate al ramo di una betulla rappresentano una palma surrogata.

Sempre nel simbolismo religioso il ramo potrebbe rappresentare il ramo della fustigazione durante la via crucis, infatti nel 1600 gli svedesi usavano prendere rami e bastoni da battere gli uni contro gli altri il Venerdì santo per commemorare la sofferenza  di Gesù.

Il primo albero di Pasqua, decorato come ora siamo abituati a vederlo, quindi diciamo il primo albero di Pasqua moderno si deve si deve a un certo Volker Kraft che nel 1965, per la gioia dei suoi bambini, addobbò un piccolo albero di mele con 18 uova di plastica colorata.

Man mano che il melo cresceva, Kraft aggiungeva qualche uova utilizzando, per risparmiare, le comuni uova da cucina sapientemente decorate con elementi figurativi.

easter-tree-3

Crescendo, i suoi figli ereditarono la stessa passione e oggi l’albero conta oltre 10000   uova che pendono dai suoi rami.

La realizzazione dell’Albero di Pasqua si basa su regole ben precise e deve essere fatti o con rami di betulla o di melo, pesco o ciliegio.

Innanzi tutto, deve essere realizzato prima che inizi la Quaresima e restare intatto per tutti i relativi quaranta giorni.

Secondo, non bisogna terminarlo in un’unica fase bensì aggiungere una decorazione al giorno.

Previous post

La strana storia dell' Easter Egg

Next post

This is the most recent story.