3
Shares

Arriva mercoledì 8 marzo a Milano, al piano nobile di Palazzo Reale, la mostra “Manet e la Parigi moderna”

Fino al 2 luglio, cento capolavori provenienti dal celebre Museo d’Orsay di Parigi arrivano a Milano per rendere imperdibile la mostra “Manet e la Parigi moderna”, allestita al Palazzo Reale di Milano.

16819450_1503421283002582_2196963051688103068_o

L’esposizione si compone di 55 dipinti, di cui 17 capolavori di Manet e 40 altre splendide opere di grandi maestri del tempo, tra cui Boldini, Cézanne, Degas, Fantin-Latour, Gauguin, Monet, Berthe Morisot, Renoir, Signac e Tissot.

Una straordinaria opportunità per ripercorrere, da un lato, l’evoluzione artistica dell’antesignano dell’Impressionismo e ricostruire, dall’altro, la sua Parigi, con i profondi mutamenti di cui fu protagonista dal 1850 al 1880. Manet, in poco più di due decenni di intensa attività, ha prodotto 430 dipinti, due terzi dei quali copie, schizzi, opere minori o incompiute.

La figura di Manet, il suo rapporto con l’arte, diviso tra l’innovazione ed il forte collegamento alla tradizione, sono fondamenta della sua pittura, probabilmente fortemente influenzata dalla ritrosia familiare ad accettare la sua passione artistica.

Édouard Manet 2

Nei suoi lavori si può ripercorrere il suo avvicinamento travagliato, il deciso diniego del padre, ed esperienze che anziché allontanarlo lo convinsero definitivamente a vivere completamente la sua passione per l’arte.

Tra le opere esposte alcuni celebri ritratti, alcune vedute della Senna (“La Senna al Ponte Iena” e “Tempo nevoso” di Paul Gaugin), “Pastorale” di Paul Cezanne, “Argenteuil” di Claude Monet. Manet si spinse anche verso soggetti marini, come le due tele in mostra dedicate al “Chiaro di luna sul porto di Boulogne”.

Lungo il percorso espositivo, sarà piuttosto evidente la trasfigurazione del doppio volto di Manet: quello di innovatore, che rifiuta gli insegnamenti impartiti dall’Accademia, e quello di tradizionalista, che rappresenta la vita moderna prendendo spunto dai grandi maestri del passato, da Tiziano a Velázquez, da Goya a Delacroix.

Una mostra che si preannuncia indubbiamente un evento per l’anno 2017 e di cui presto vi racconteremo i dettagli.

palazzo-reale-milan

Manet e la Parigi moderna

8 marzo – 2 luglio 2017

Palazzo Reale, Milano

Sito web: link

Pagina FB: link

Previous post

Genova protagonista in jazz e immagini

Next post

SCG003S: la supercar che stregherà Ginevra